cinque per mille

Notizie da siti Amici

Facebook FanBox

Ricerca nel Sito Ulaia

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Login

Footer

Copyright © 2019 Ulaia Artesud. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

13-31 luglio 2011

Dopo il Tour Italia 2009, il secondo invito in Italia alla banda palestinese di musicisti di cornamuse  è stato progettato in collaborazione con l’Associazione PRIMA MATERIA per affrontare principalmente le tematiche dell'incontro e dell’apprendimento tra culture diverse tramite la pratica di fare musica insieme, studiare i diversi stili di musica e le rispettive danze tradizionali, convivere per un periodo breve, ma intenso, nelle ospitali famiglie di Montespertoli (FI), ed esibirsi, infine, nelle località programmate.

Ma la fusione tra le due bande, la “GUIRAB” del campo profughi di Burj al Scemali (Libano) e la “SCORRIBANDA” di Montespertoli (FI), è stata, purtroppo, ostacolata da un imprevisto: la mancata concessione dei visti di ingresso in Italia da parte dell’Ambasciata Italiana di Beirut.

Dopo lo smarrimento e lo sconforto iniziale per l’inaspettato divieto, il gruppo italiano ha deciso di continuare a “chiamare” i propri amici ideando uno spettacolo diverso, con musiche arabe, filmati, immagini del campo profughi, il suono delle cornamuse distanti ed azioni sceniche per trasmettere ciò che i ragazzi della GUIRAB non hanno potuto raccontare dal vivo. Lo spettacolo, composto dai cinque ‘tableaux’ sui temi elaborati durante lo stage: ingresso negato, abitare, assenza, quotidianità, prospettive, ha inteso non solo rinnovare l’invito, ma anche trasmettere il desiderio di reagire in modo creativo e comunicativo alla situazione creatasi.

Presentato a Castelnuovo Berardenga (SI) ed a Montespertoli nelle date in cui avrebbero dovuto ospitare anche la GUIRAB, lo spettacolo potrà essere ripetuto, previa richiesta ad ULAIA o a PRIMA MATERIA.

Nell’ambito del progetto anche incontri pubblici, come quello organizzato a Castelnuovo Berardenga sul tema “Il valore di uno scambio:  SCORRIBANDA chiama GUIRAB”, e personale fotografica di Enrico Altini: “Sguardi, colori e note dal campo profughi di Burj al Shemali”.

Successivamente ULAIA, Prima Materia e Beit Atfal Assomoud si sono incontrati con i funzionari dell’ Ambasciata Italiana di Beirut per comprendere le ragioni del rifiuto e soprattutto per gettare nuove basi per il futuro ed una comunicazione diversa basata sulla conoscenza diretta di tutte le Associazioni.

Donazione

 

 

 

 

 

  • Cinque per Mille

    A chi vuole indicare anche questa volta il Codice fiscale  ULAIA ArteSud onlus C.F. 973 518 90 583 nel riquadro delle ONLUS, chiediamo un altro adempimento:  VERIFICATE che proprio quel codice sia stato trascritto dalla vostra Azienda, CAF o commercialista sul retro del prospetto di liquidazione, in calce, nella sezione "messaggi" . E fatelo prima di firmare!    Grazie

  • Otto per Mille Tavola Valdese

     

autori palestinesi. libri e film

 

a cura di

 
Centro di Documentazione-Laboratorio Educazione Interculturale del Comune di Bologna   
 
 Wasim DAHMASH, 
ricercatore di Lingua e Letteratura Araba della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Cagliari
 

Israele e Palestina: storia di un conflitto Bibliografia e filmografia, a cura del CD/LEI 

 
Opere letterarie di autori palestinesi tradotte in italiano, a cura di W. Dahmash

FILM